Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Cosa sono i CSS, Comparison Shopping Services, e per perché sono importanti per il tuo programma di affiliazione?

Negli ultimi anni si è parlato molto di CSS, ovvero dei Comparison Shopping Services, e di come questi stiano rivestendo un ruolo sempre più decisivo anche all’interno del publisher mix di un programma di affiliazione.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando occorre tornare al 2017, quando la Commissione europea ha imposto a Google un’ammenda di 2,42 miliardi di EUR per violazione delle norme antitrust dell’UE. Google ha abusato della sua posizione dominante sul mercato in quanto motore di ricerca accordando un vantaggio illegale a un altro suo prodotto, il servizio di acquisto comparativo.

Prima dell’intervento dell’Antitrust se un qualunque inserzionista avesse inserito un suo annuncio su Google Shopping, lo avrebbe dovuto fare direttamente attraverso Google Shopping e quindi il costo proposto all’inserzionista sarebbe stato maggiorato del 20%.

La Commissaria responsabile per la Concorrenza, Margrethe Vestager, ha affermato: “Google ha lanciato tanti prodotti e servizi innovativi che ci hanno cambiato la vita. Gli effetti sono indubbiamente positivi. Ma nella strategia attuata per il suo servizio di acquisti comparativi, non si è limitata a rendere il suo prodotto migliore di quelli concorrenti per attrarre più clienti. Google ha abusato della sua posizione dominante come motore di ricerca per promuovere il suo servizio tra i risultati della ricerca e per retrocedere quello dei concorrenti.

Google ha tenuto un comportamento illegale ai sensi delle norme antitrust dell’UE perché ha impedito ad altre imprese di competere in base ai propri meriti e di innovare. Ma soprattutto, ha negato ai consumatori europei la possibilità di scegliere liberamente i servizi e di sfruttare appieno i vantaggi dell’innovazione.”

A seguito dell’intervento dell’Antitrust Big G ha dunque dovuto adeguarsi alle regole (anche se a detta di molti competitor questo pare non sia del tutto avvenuto), permettendo l’accesso alla sezione Google Shopping della pagina dei risultati di ricerca generale ad altri concorrenti ed accordando degli incentivi.

Cosa sono i CSS e come lavorano?

Questi nuovi attori del marketing digitale non sono altro che degli intermediari tra gli Advertiser e Google e prendono il nome di CSS, cioè Comparison Shopping Services.

Inquadriamo come CSS le aziende digitali che possono fare pubblicità sugli annunci di acquisto per conto degli Advertiser, proprio allo stesso modo di Google Shopping (anch’esso un CSS), portando traffico di qualità sul sito dell’Advertiser ma ad un costo agevolato. Sia Google Shopping che i CSS fanno offerte per competere nell’asta degli annunci.

Gli Advertiser necessitano dunque di un CSS per inserire gli annunci in cima alla pagina dei risultati di ricerca di Google. Il CSS può essere Google Shopping, un altro CSS oppure entrambi (si può infatti collaborare con più partner CSS).

Completata una ricerca su Google, i prodotti correlati saranno mostrati nella barra degli acquisti nella parte superiore della pagina dei risultati della ricerca generale. In fondo agli annunci saranno visibili delle caselle blu con la dicitura “da Google” o “da un altro CSS”. Cliccando su ogni casella si accederà al sito del partner CSS, dove si potranno visualizzare ulteriori risultati e confrontare più prodotti dello stesso CSS. Cliccando sul prodotto desiderato si verrà reindirizzati sulla pagina di quel dato prodotto presente sul sito dell’Advertiser.

Quali sono i vantaggi e perché attivare dei partner CSS certificati?

Bisogna sottolineare come collaborare con CSS di terze parti non implichi un aumento del costo complessivo di Google Shopping per gli Advertiser, ma come questo invece permetta di accedere ad una serie di vantaggi:

  • Attivare un partner CSS tramite TradeTracker consente di lavorare a CPS e di pagare solo per i veri risultati concreti.
  • Offrendo una tecnologia di ultima generazione ed un team di professionisti di grande competenza, questi editori riescono ad aumentare con facilità le prestazioni delle campagne.
  • Attivare un partner CSS esterno può aiutare gli Advertiser ad aumentare la visibilità dei loro prodotti.
  • I CSS possono modificare i titoli e le descrizioni dei prodotti, consentendo dunque di lavorare su termini differenti.
  • Il partner CSS può attuare diverse strategie di bidding e permette agli Advertiser di accedere al programma di incentivi di Google e quindi di risparmiare denaro sulla pubblicità online. A partire dal 2019 Google offre in media uno sconto del 20% sui i clic per gli Advertiser che vogliano fare pubblicità tramite un CSS esterno (non-Google) su Google Shopping.
  • Il player CSS potrà anche accedere alla Comparison Listing Ads (CLA), a cui solo i CSS hanno accesso.
  • Lavorare con un CSS aumenta la possibilità che l’Advertiser o un suo partner CSS, vinca l’asta contro i suoi competitor.
  • Lavorare con un CSS permette di aumentare il CTR attraverso traffico complementare, il numero di impression e clic.

Va tenuto presente come bid diversi sui prodotti di un dato Advertiser non comporteranno mai un aumento del costo dei clic. Solo i bid dei competitor dell’Advertiser possono rendere il prezzo dei clic più costoso.

Un Advertiser non sarà mai in competizione con sé stesso nell’asta per qualsiasi offerta, e questo vale indipendentemente dal numero, o dall’identità, dei CSS utilizzati dell’Advertiser.

Come posso iniziare a lavorare con un CSS esterno tramite TradeTracker?

Per attivare publisher di questo tipo è necessario mettere a disposizione in piattaforma un product feed ottimizzato ed aggiornato (contente i campi dei prezzi, descrizioni dettagliate, immagini di alta qualità, Codici EAN, GTIN ecc.). Con il supporto dell’account manager e del publisher si potranno impostare le giuste strategie di collaborazione e apportare le modifiche necessarie per migliorare le performance del feed.

Contatta il tuo account manager e scopri i vantaggi dei CSS.

Potrebbero interessarti anche...

TradeTracker Publisher Tips

Hai creato il tuo account publisher su TradeTracker e non sai come monetizzarlo? Non lo hai ancora fatto, ma ti piacerebbe entrare a  far parte del mondo dell’affiliazione come editore? Niente paura, qui di seguito troverai tutte le informazioni necessarie per diventare un partner di TradeTracker Italia 😊 Sei pronto? Cominciamo! Crea il tuo account [...]

Scopri di più

Settore Travel e influencer marketing: ecco a voi La Viaggiatrice Solitaria!

Zaino in spalla, valigia pronta e green pass alla mano: si torna a viaggiare! Se sei un advertiser del settore Travel e vorresti promuovere i servizi che offri tramite l’influencer marketing non puoi perderti l’ultima IG Live di TradeTracker disponibile qui, durante la quale abbiamo intervistato La Viaggiatrice Solitaria. Per saperne di più, scrivi a [...]

Scopri di più

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più