Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Torna a tutti blog

Publisher pills: Blueknow si racconta

L’evoluzione della tecnologia del recupero dei carrelli abbandonati

In 300x159I partner tecnologici sono considerati da molti una vera e propria innovazione del mercato digitale. La loro forza sta nello studio del comportamento di navigazione dell’utente per il recupero dei carrelli abbandonati e la crescita dello scontrino medio. Oggi incontriamo Blueknow, uno dei publisher pionieri di questo nuovo modello di business a performance che ha avviato con TradeTracker una partnership esclusiva e a lungo termine. A rispondere alle nostre domande è stato Federico C. Suberbordes Country Manager Italia & LATAM di Blueknow.

La storia di Blueknow, com’è iniziata questa avventura?

Nel 2010, tre soci che lavoravano in una azienda simile a Bk, decisero di investire sulla tecnologia di personalizzazione, ma da un punto di vista completamente diverso a tutto quello che era presente nel mercato: un servizio esclusivo con risultati trasparenti e tracciabili. In seguito, i nostri grandi clienti hanno iniziato a chiedere soluzioni più complesse e completamente nuove. Per questo oggi, dopo 7 anni, abbiamo 5 prodotti con funzionalità diverse ma connesse tra loro, accessibili trasparenti che hanno fatto di Blueknow un’azienda 100% orientata a risultati tangibili e veritieri.

Oggi la vostra soluzione ha fatto il giro del mondo. In quali Paesi siete attivi?

Sì, esattamente. La nostra soluzione è nata in Spagna per poi diffondersi in Italia, Messico, Francia, Colombia, Stati Uniti, Regno Unito, ecc. Anzi speriamo di poter raggiungerne anche molti altri stringendo accordi con grandi aziende in diversi Paesi come per esempio il Brasile, con cui ci auguriamo di iniziare a lavorare nel 2018.

Quali sono le criticità che riscontrate con i clienti?

Il primo ostacolo che incontriamo praticamente sempre è la mancanza di fiducia. Ci sono molti competitors che hanno un modello di attribuzione poco chiaro e che non danno una risposta giusta alle domande dei clienti. Poi a livello di complessità del sito, abbiamo incontrato moltissime situazioni diverse: da e-commerce B2B che hanno una tabella di pricing diversa per ogni cliente, a siti di vendita di tickets che hanno una scadenza di pochi minuti, fino a siti che dipendendo dal prodotto/servizio che sceglie il cliente, si va per un percorso di check-out diverso perché non hanno un carrello uguale per tutti i servizi/prodotti.

Grazie alla nostra flessibilità oggi possiamo lavorare con praticamente qualsiasi sito e su qualsiasi piattaforma.

Perché scegliere Blueknow? Quali sono i vantaggi competitivi nell’utilizzo delle vostre soluzioni?

Perché Blueknow è sinonimo di trasparenza, adattabilità, supporto continuo e risultati immediati. I nostri modelli di attribuzione sono completamente trasparenti, non bisogna i nostri clienti possono controllare i risultati direttamente dal pannello di controllo, che è davvero un eccezionale strumento di analisi. Siamo molto attenti ad ascoltare i nostri clienti ed adattarci alle loro necessità, perché ogni e-commerce è un mondo e per questo la nostra flessibilità ci permette di soddisfare anche le richieste più particolari.  Seguiamo i nostri clienti dall’inizio alla fine, non li abbandoniamo mai, perché la loro crescita è una soddisfazione anche per noi. Le nostre soluzioni si integrano facilmente, grazie a un team di supporto presente in tutto il processo e attento a risolvere immediatamente qualsiasi richiesta. I nostri strumenti funzionano immediatamente dopo l’attivazione, si possono vedere i risultati già dopo 24h.
Quindi perché scegliere Blueknow? Perché non servono le parole, provateci e vi dimostreremo tutto quello che diciamo di poter fare, saranno i risultati a parlare!

Avete dei consigli per gli altri publisher o per chi intende diventarlo?

Vorrei dire soprattutto una cosa: quello che non si può misurare, non si può migliorare!


Previous:

TradeTracker Italy a fianco dell’Ospedale Pediatrico Meyer

TradeTracker Italy a fianco dell’Ospedale Pediatrico Meyer

Next:

In attesa dei saldi, arrivano i PRE-SALDI

In attesa dei saldi, arrivano i PRE-SALDI

Potrebbero interessarti anche...

Sneakers Bar: la pista perfetta per far correre le tue sneakers!

Scopri di più

Black Week 2021: i risultati

Scopri di più

Publisher Spotlight: Enspire

Scopri di più

L’Account Manager, il tuo alleato più prezioso

Scopri di più