Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Torna a tutti blog

13 servizi per testare la compatibilità cross-browsing del proprio sito

Controllare se il proprio sito web è compatibile per ogni browser internet è un tipo di operazione essenziale per chi decide di iniziare il proprio business sul web: alcuni codici potrebbero non esser supportati da un browser, procedendo quindi con un test di compatibilità si eviterà di ridurre la visibilità del sito.

Vediamo alcuni strumenti che permettono di effettuare dei test di compatibilità ed il loro prezzo.

Primo strumento: Ghostlab.

Il primo strumento a disposizione per poter controllare la compatibilità del proprio sito è Ghostlab: questo strumento è compatibile sia coi sistemi operativi Microsoft che con quelli Mac e permette, senza doverlo installare, di controllare tutte le pagine del sito e venire a conoscenza di eventuali problemi di compatibilità.
Inoltre, dopo la risoluzione dei problemi, sarà possibile poter controllare il numero di click e visite ricevute sul proprio sito: un doppio strumento di controllo completo del proprio sito.
L’acquisto di tale strumento è pari a quarantanove dollari.

Secondo strumento: BrowserStack.

Un secondo strumento molto utile è quello che prende il nome di BrowserStack il quale, grazie alla memoria Cloud, permetterà all’utente di poter verificare la compatibilità da qualsiasi computer: basterà accedere coi propri dati su altri computer e questo permette un costante monitoraggio delle pagine del proprio sito e della loro compatibilità.
Inoltre, sarà possibile poter verificare la compatibilità attraverso i sistemi mobili iOS e Android: con l’applicazione mobile, il proprietario di un sito potrà controllare se vi sono improvvisi errori di compatibilità tra i vari browser.
Il costo è di trentanove dollari mensili, qualora il proprietario sia un singolo utente, mentre è di quattrocento al mese se si tratta di un’azienda.

Terzo strumento: Sauce Labs.

Uno strumento molto completo è quello proposto da Sauce Labs, il quale permette al proprietario di un sito di poter controllare se la sua creazione è compatibile con ogni tipo di browser: saranno circa trecento i browser di navigazione presi in considerazione dal programma, anche se l’utente potrà selezionare quelli gli che interessano in particolar modo.
Inoltre, grazie alla funzione di memoria e report, l’utente potrà controllare la cronologia dei passati controlli e verificare, con maggior precisione, cosa possa essere la causa di un’eventuale errore di compatibilità, con conseguente lista di consigli su come risolvere il problema.
Il costo è di dodici dollari al mese per utente singolo e di centocinquanta per piccole aziende.

Quarto strumento: CrossBrowserTesting.

Generalmente in questo tipo di analisi vengono persi in considerazione solo i browser per computer ma, con questo programma, il proprietario di un sito web potrà verificare anche la compatibilità del proprio sito coi sistemi di navigazione dei cellulari e tablet: grazie questo programma dunque, sarà molto più semplice creare un sito web compatibile con oltre mille browser di navigazione, sia fissi che portatili.
Il costo è di trenta dollari al mese per utente singolo e di duecento per le aziende.

Quinto strumento: browsershots.org

Questo strumento, completamente gratuito, permette al proprietario di un sito di poter verificare non solo la compatibilità del proprio sito con tantissimi browser ma la compatibilità potrà esser verificata anche sui vari sistemi operativi dei computer: Linux, Mac e Windows.
Grazie a questo programma si potrà anche controllare la compatibilità delle icone e delle immagini inserite nel proprio sito, e qualora si abbia necessità immediata del report, l’utente dovrà pagare trenta dollari ed il risultato sarà visibile sin da subito, accompagnato dalla risoluzione dello stesso problema.

Sesto strumento: Browserling.

La velocità è sinonimo di questo programma e strumento. Dopo il test completamente gratuito, l’utente avrà tre minuti di tempo per poter verificare gli errori di compatibilità presenti sul suo sito, ma non potrà vedere le soluzioni proposte dallo stesso programma.
Per avere un report completo infatti, con tanto di soluzioni, l’utente dovrà necessariamente sottoscrivere un abbonamento da duecentocinquanta dollari al mese.

Settimo strumento: browsera.com.

Con questo strumento sarà possibile effettuare un tipo di controllo completo del sito: a differenza degli altri programmi infatti, Browsera permette al proprietario di un sito di inserire solo l’indirizzo della sua homepage, lasciando che il programma controlli, in maniera autonoma, ogni singolo contenuto del sito, senza che si debba inserire ogni volta il link della pagina da controllare.
Col controllo verranno mostrate anche le soluzioni, a patto che si sottoscriva un abbonamento mensile pari a cento dollari mensili.

Ottavo strumento: mogotest.com.

Con Mogotest, sia dal computer che dal cellulare sarà possibile effettuare il controllo di compatibilità del proprio sito, e questo potrà anche esser effettuato per le applicazioni presenti nello stesso sito: video, giochi ed immagini quindi verranno prese in considerazione, per un controllo maggiormente competitivo.
Il suo costo d’abbonamento è di circa cento dollari mensili e di cinque cento per la versione premium del programma, al quale si affianca la risoluzione completa del problema di compatibilità del proprio sito web.

Nono strumento: netrenderer.com.

Questo tipo di programma è stato studiato appositamente per il browser di Internet Explorer e permette al proprietario di poter controllare se vi sono problemi di compatibilità del sito nelle diverse versioni di Internet Explorer, partendo dalla versione 5.5 sino alla 11.
Gli altri browser ovviamente sono esclusi ed il programma è completamente gratuito.

Decimo strumento: Litmus.

Oltre a permettere il test di compatibilità del proprio sito, l’utente potrà invitare i suoi collaboratori o clienti a partecipare ad un test del sito, in maniera tale che la compatibilità possa esser resa pubblica.
Se il sistema operativo che si utilizza è Mac, con l’applicazione aggiunta Alkaline sarà possibile eseguire il test attraverso il desktop: il costo mensile è di ottanta dollari e di quattrocento per la versione Premium, che aggiunge le risoluzioni automatiche dei problemi di compatibilità.

Undicesimo strumento: BrowseEmAll.

Con questo strumento, oltre al poter scegliere il browser per il test, sarà possibile scegliere anche la versione dello stesso: in questo modo il proprietario del sito potrà verificare la compatibilità dello stesso anche per gli utenti che utilizzano browser non aggiornati.
Lo stesso accadrà anche coi sistemi operativi mobili di iOS e Android e le loro versioni recenti e meno recenti.
Il costo è di settanta euro per la licenza base e di trecentocinquanta per quella completa.

Penultimo strumento: TestingBot.

Con questo strumento, sarà possibile scegliere i browser sul quale effettuare i test e aprire tante finestre in contemporanea in modo da tenere sotto controlla la situazione, dall’inizio alla fine del test.
Anche in questo caso, oltre a cento browser per computer, si potranno effettuare test per iOS e Android.
Il costo è di ottanta dollari al mese.

Ultimo strumento: spoon.net.

Disponibile solo per sistemi operativi Windows, Spoon lavora in maniera indipendente senza rallentare il computer e inoltre controlla la compatibilità dei vari plugin come Active X e JavaScript.
Spoon è completamente gratuito per singoli proprietari di siti, mentre le aziende dovranno pagare cento euro al mese per poterlo utilizzare.


Previous:

Progettare un flusso di acquisto ottimizzato per la conversione

Progettare un flusso di acquisto ottimizzato per la conversione

Next:

Google offre agli emailer la possibilità di visualizzare meglio le proprie email su Gmail

Google offre agli emailer la possibilità di visualizzare meglio le proprie email su Gmail

Potrebbero interessarti anche...

Sneakers Bar: la pista perfetta per far correre le tue sneakers!

Scopri di più

Black Week 2021: i risultati

Scopri di più

Publisher Spotlight: Enspire

Scopri di più

L’Account Manager, il tuo alleato più prezioso

Scopri di più