Ultimi Tweet

Post recenti su Facebook

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: An access token is required to request this resource.
Type: OAuthException

Latest Videos

TradeTracker’s International Performance Marketing Award submission

Real Attribution Launch Event With Launch Partner TMG

Una presenza globale

TradeTracker è presente a livello internazionale, e in quanto membri della comunità on-line, conosciamo meglio di chiunque altro la capacità di Internet di far diventare i confini nazionali irrilevanti.

La nostra presenza con uffici in tutto il mondo ci aiuta a rimanere presenti e attivi sui singoli mercati nazionali, cosi come anche l'apertura di un network di potenziali partner internazionali.

L'ambizione di crescere ci ha portato ad essere presenti in oltre 19 paesi diversi, mentre continuiamo a fare piani di sviluppo per la nostra prossima grande avventura.

North America

Oggi il contenuto sta diventando un importante strumento di influenza per attrarre, coinvolgere e suscitare azioni rilevanti. La qualità dei contenuti è fondamentale per mantenere elevata la visibilità del brand, ma per far sì che essa possa rendere al massimo è necessario che sia accompagnata da alcuni individui di riferimento che siano in grado di presentarla al mondo esterno e che siano fortemente in grado di influenzare l’opinione di un vasto pubblico in tempi rapidi. Quindi diventa importante integrare influencer marketing e content marketing, anche perché   non esistono l’uno senza l’altro. Senza gli influencer il contenuto rimane fermo, senza grandi possibilità di sviluppo; senza contenuto, invece, non è possibile scambiare e condividere informazioni rilevanti per il target d’elezione.

Ci sono 4 passaggi per integrare le strategie di influencer e content strategy:

- selezione: in questa prima fase, la parte più delicata è l’individuazione degli influencer. Gli influencer sono i nuovi punti di forza di questa tendenza perché possono comunicare a centinaia di migliaia di persone in target con il brand. Essi permettono la realizzazione di una comunicazione differente, con modalità a cascata che consente di amplificare la portata dei messaggi del brand. È in questa fase che vanno identificati gli influencer in grado di interagire e produrre contenuti pertinenti rispetto a quello specifico step del customer journey, ossia il percorso che ciascun utente, opportunamente inserito nel proprio cluster socio-demografico, compie prima di effettuare un’azione rilevante per il brand, Ogni fase del customer journey ha, pertanto, bisogno di una specifica tipologia di contenuti e di influencer in grado di coinvolgere gli utenti e svolgere un ruolo attivo nel processo decisionale.

ascolto: L’ascolto attivo degli influencer costituisce la chiave di successo; esso permette di identificare le conversazioni e i trend, individuare i contenuti che interessano la propria audience di riferimento, colmare il gap che si crea tra brand e target e trovare nuove ed efficaci opportunità di coinvolgimento in tempo reale.

collaborazione: per poter iniziare a collaborare con gli influencer diventa necessario analizzare i contenuti e i topic su cui essi scrivono, sul tipo di informazioni che condividono, sulla qualità delle conversazioni che sono in grado di generare. Successivamente se gli influencer sono coinvolti direttamente dal brand nel processo di creazione del contenuto, vanno monitorate le condivisioni raggiunte e le conversazioni attivate, per avere un quadro ben delineato sulla content strategy e sulla validità degli influencer prescelti.

approccio data-driven: in questa ultima fase, è necessario avere un controllo e una misurazione delle conversazioni online, della partecipazione e del coinvolgimento dell’audience.

Migliorare la conoscenza del brand è la strada che ogni azienda dovrebbe seguire in un mondo sempre più Social, dove le modalità attraverso le quali gli utenti conoscono, comprendono e scelgono un prodotto o servizio sono radicalmente mutate.

Source

insidemarketing.it