Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Torna a tutti blog

Come ottimizzare le proprie landing page per il Mobile

Potere contare su più di una landing page ottimizzata rappresenta il miglior modo per farsi trovare da uno spaccato sempre più vasto, ma anche eterogeneo, di pubblico. È evidente che una landing page ottimizzata per i telefoni mobili divenga così di fondamentale importanza. Deve rivelarsi piacevole e fruibile con estrema semplicità. Vanno evitati caratteri troppo piccoli, schermate non idonee alla navigazione con questi strumenti, immagini che assorbono tutti i pixel a disposizione del lettore.
In concreto, che cosa occorre fare?

Pagine semplici e fruibili.

Abbiamo già fatto cenno alla semplicità. A una landing page per telefoni mobili non è richiesto di essere carica di grafica, appariscente, simile alla sua sorella per desktop e notebook. Deve essere leggera e semplice, in maniera tale da essere aperta velocemente e senza che parte del contenuto costringa l’utente a muoversi verso destra o verso sinistra per visualizzarla. In altre parole, deve entrare per intero – per quanto riguarda la larghezza – nello schermo di un telefonino o di uno smartphone. Lo sviluppo, semmai, sarà in senso verticale.
Semplicità e fruibilità significa togliere di mezzo ogni possibile barriera. Plug-in, immagini png, cornici, zone sviluppate in flash sono sostanzialmente da evitare, se vogliamo che l’intero pubblico in possesso di un apparecchio mobile possa leggerci. Nella migliore delle ipotesi, del resto, funzionalità del tipo citato rallenteranno il caricamento della pagina. Nella peggiore, renderanno impossibile o quasi la navigazione all’utente.

Html5 e immagini classiche

Per rendere veloce il caricamento, compreso quello di immagini in movimento, possiamo ricorrere alle ampie funzionalità dell’Html5, ovvero le numerose funzioni collegate alla più recente versione del linguaggio nato per il web. Per quel che riguarda i formati delle immagini statiche, foto, disegni o oggetti grafici possiamo invece andare sul classico, salvandole come Gif o Jpg. È ovvio che ogni immagine, così come ogni altro oggetto, debba essere opportunamente dimensionato, tenendo presente che finirà su un piccolo schermo.

Ridurre le dimensioni dei dati della pagina

La pagina di destinazione mobile non dovrebbe caricare più di cinque secondi. In caso contrario diminuirà l’interesse per i contenuti e i prodotti che presentate.
Secondo più o secondo meno, la pagina dovrà pesare poco. Si presume, in via del tutto empirica ma realistica, che non possa pesare più di 20 Kb, per rispettare i tempi di caricamento che i lettori si aspettano. Anche per questo, rimuovere flash e funzioni di troppo appare importante per ottimizzare la pagina e, riducendone il peso, renderla scaricabile nei tempi giusti.

Pagine scalabili

Anche la più convincente delle landing page è inutile se non risulta scalabile a tutti i tipi di dispositivi mobili presenti sul mercato. Scalare una pagina di destinazione può apparire difficile. Ma è anche possibile e, soprattutto, stimolante. Ci sono più di 500 diversi formati di schermo ai quali far fronte, per i vari modelli di Blackberry, Windows phone, iPhone e Android. La scalabilità è di conseguenza una ferma necessità e si raggiunge con tecniche all’avanguardia quali i layout Responsive.

Call to action (Cta) chiara e agevole

Una landing page ottimizzata per la navigazione da mobile deve sempre sapere coinvolgere il potenziale cliente e invitarlo all’azione in modo chiaro e agevole. Ciò significa che la chiamata, la call to action stessa deve essere ben visibile: è un invito all’azione e i consumatori devono essere in grado di rispondere immediatamente. La call to action richiede la massima chiarezza anche in relazione al sito. Deve presentarsi coerente con i contenuti, altrimenti i possibili clienti saranno indotti a pensare che si tratti di pubblicità esterna al servizio offerta.

L’importanza di test e modifiche

È necessario che la landing page possa essere sottoposta a test di verifica e, in base ai risultati, modificata. Modifiche importanti derivano dalle variazioni nel comportamento dei consumatori. Verifiche costanti sono addirittura indispensabili se vogliamo che i cambiamenti apportati o da apportare rendano la landing page sempre più redditizia. L’esecuzione di uno split test è in grado di assolvere al meglio a questo compito, rivelandovi per esempio quale combinazione delle caratteristiche della pagina (Call to action, layout, colori, creatività) funziona o avrebbe funzionato meglio. Uno split test, noto come test A/B, è sostanzialmente un insieme di analisi di marketing in cui l’efficacia di due possibili varianti di una pagina di destinazione vengono poste a confronto.
Per analizzare pregi e difetti della propria landing page per dispositivi mobili possiamo naturalmente ricorrere anche ad altri, in qualche caso più noti, strumenti di analisi come Optimizely,
Conversion Voodoo, Concept Feedback e Google Analytics.

Con quali strumenti procedere?

A questo punto, è il caso di soffermarci su alcuni strumenti, tool che possono aiutarci nell’ottimizzazione della pagina che vogliamo presentare agli utenti e ai consumatori che si servono di un telefono mobile.
Un aiuto prezioso è quello fornito dai seguenti strumenti nati per aiutare chi vuole realizzare pagine web per i dispositivi mobili in grado di navigare, telefonini o smartphone che siano.

Google Sites, per cominciare, consente di creare siti web per cellulari professionali e pagine di destinazione in pochi minuti. Inoltre, questo strumento è a disposizione per ogni affiliato di marketing per libero. Google Sites è uno dei migliori e più efficaci programmi disponibili.

Jaemobi è invece un programma piuttosto evoluto che permette di realizzare landing page e sviluppare un sito web per i cellulari. È semplice, gestibile e amichevole come le pagine che vogliamo realizzare.

Atmio è un programma particolare che consente a chi dirige programmi di affiliazione di creare annunci pubblicitari ed è ottimizzato per i cellulari.

Spark page viene a sua volta fornito con una serie di opzioni di analisi, modelli e strumenti di progettazione. È di facile utilizzo anche da parte di chi non conosce a fondo il codice di programmazione.

Convrrt, infine, è abbastanza facile e da usare nella costruzione di interi siti web per cellulari. Permette di realizzare facilmente video e grafica, pulsanti e altri oggetti con estrema semplicità.


Previous:

Le 10 applicazioni must-have per i Marketing Manager

Le 10 applicazioni must-have per i Marketing Manager

Next:

La generazione di Lead si prepara a diventare ancora più intelligente nel 2014!

La generazione di Lead si prepara a diventare ancora più intelligente nel 2014!

Potrebbero interessarti anche...

Sneakers Bar: la pista perfetta per far correre le tue sneakers!

Scopri di più

Black Week 2021: i risultati

Scopri di più

Publisher Spotlight: Enspire

Scopri di più

L’Account Manager, il tuo alleato più prezioso

Scopri di più