Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Reclutamento affiliati : 8 punti per avere successo

 

Se vuoi creare la tua rete di affiliati per promuovere il tuo marchio, un prodotto o un servizio, in questa guida troverai alcuni consigli ed informazioni utili da tenere in seria considerazione.
Reclutare degli affiliati che generino buone entrate non è un lavoro semplice, richiede un’adeguata conoscenza del mercato ed allo stesso tempo l’utilizzo degli strumenti e delle leve giuste per attirare affiliati di qualità.

Se vuoi mettere in piedi una efficiente e performante rete di affiliation marketing devi essere in grado di trovare un giusto punto di equilibrio tra i tuoi interessi e quelli degli affiliati.
Se hai già in mente obiettivi irraggiungibili e pensi di proporre commissioni basse sappi che non riuscirai ad ottenere il successo che speri, perchè nessun affiliato perderà del tempo se la tua proposta non sarà in linea con i guadagni medi di mercato. Ad ogni modo, per sviluppare un buon programma di affiliazione occorre utilizzare le giuste strategie e tecniche, soprattutto nella creazione di una rete di siti affiliati capace di avere un buon flusso di visitatori ed un adeguato livello di vendite.
Ecco alcuni suggerimenti e consigli nella creazione di una propria rete di affiliati di qualità.

1 . Scopri fin dall’inizio le esigenze e le aspettative dei tuoi affiliati

L’attività di reclutamento affiliati richiede molto lavoro e può essere estremamente frustrante se, dopo tutto il tempo e le energie spese, non si riesce ad ottenere i risultati che ci si aspettava. La prima regola ferrea dell’affiliation marketing è quella di utilizzare al meglio tutte informazioni disponibili che consentano di comprendere ciò che desiderano i potenziali affiliati a cui ti rivolgi. A questo proposito occorre considerare delle variabili molto importanti.
Tra queste è necessario che le priorità ed esigenze di mercato dei propri prodotti e servizi vengano rispecchiate nella qualità dei contenuti dei siti partner. L’affiliato di solito è più propenso a vendere prodotti che abbiano familiarità con i contenuti del proprio sito; in questo caso sarà disposto a dedicare maggiore impegno e passione nella loro promozione.
Bisogna avere chiari gli obiettivi che si vogliono raggiungere al fine di creare una rete ottimizzata, capace di dare risultati ottimali in base alla giusta combinazione tra gli interessi delle parti (cioè i tuoi e quelli degli affiliati) e le caratteristiche della tipologia di mercato.
In altre parole, per avere successo, occorre avere una rete di affiliati costruita in base alle aspettative di guadagno e caratterizzata da contenuti di qualità in grado di rimandare con facilità ai prodotti e servizi venduti.
Inoltre, in questi casi si rende necessario proporre i migliori incentivi per i propri affiliati, e magari concedere qualcosa di più.

2 . Non andare alla cieca, sviluppa un’adeguata strategia di reclutamento

Una volta che sai quello che vuole l’affiliato o perlomeno ti sei fatto un’idea, è il momento di mettere in atto una strategia di reclutamento estremamente selettiva fin dall’inizio. Metti in chiaro gli obiettivi da raggiungere, creando una mappa precisa del percorso da seguire ed impostando le relative scadenze.
In ogni caso, devi saper stabilire anche i tuoi obiettivi. Ad esempio, definire la quantità di affiliati di qualità da contattare o da ottenere in una settimana.
Inizialmente non bisogna essere troppo esigenti nel numero di visite da ricevere dai loro siti, in modo da avere maggiori contatti tra cui selezionare i migliori ed iniziare a testare l’effettivo rendimento del programma.

3 . Qualità contro quantità

Una delle maggiori preoccupazioni che si incontrano lungo il percorso di reclutamento è il rapporto tra quantità e qualità degli affiliati.
A volte si pensa che se non si ottiene un certo numero settimanale di nuovi affiliati, ad esempio 50, vuol dire che non si sta lavorando bene. In realtà, questi affiliati sono inutili se sono solo un numero e non hanno un buon rendimento.
Al contrario, è meglio incrementare anche di poco il numero di affiliati e puntare alla loro qualità, cioè bisogna essere in grado di attirare quelli che consentono di avere buone entrate. Insomma, in questo caso vale il detto pochi ma buoni, i grandi numeri servono, a patto che rendano. Per cui al bando tutte le strategie che puntano ad attirare una massa di siti indistinta e di bassa qualità.

4 . Utilizzare in modo più efficace la rete

Quando si lavora direttamente con una rete di affiliati, è opportuno avere chiaro il potenziale di lavoro che ciascuno può svolgere dal punto di vista della quantità di traffico che può generare. Se è vero che, inizialmente, sul flusso di visitatori che sono in grado di generare si deve essere flessibili, occorre mettere in chiaro ai propri affiliati che devono impegnarsi nel modo migliore possibile per incrementarlo. Questo dato è molto importante per avere il tanto desiderato incremento delle vendite.
Stabilire uno standard di traffico minimo aiuta ad evitare frustrazioni e migliora la qualità degli affiliati.
Se questi non rientrano nei requisiti e nelle esigenze del programma di affiliazione, non ci si deve preoccupare di comunicarlo in tutta franchezza.

5 . Personalizzare il rapporto con gli affiliati

Migliorare e personalizzare il rapporto con i propri affiliati non è complicato, ma spesso si trascura questo aspetto. Se si possiedono più di 100 affiliati, anche di buona qualità, può darsi che il programma funzioni bene e non si ritenga utile mettere in atto ulteriori interventi di ottimizzazione. In realtà ciascun affiliato è maggiormente stimolato nel momento in cui gli si dimostra attenzione ed interesse, anche solo facendo comprendere di aver visto il suo sito e seguirne le novità. Se vuoi promuovere il programma del tuo brand nel migliore dei modi, nulla può esser lasciato al caso.
È sempre utile interagire e comunicare al fine di affinare il rapporto di collaborazione e scambiarsi suggerimenti.
Puoi consigliare dove posizionare meglio il marchio di affiliazione; confrontarsi sulle ragioni per le quali il sito può legarsi ai contenuti del prodotto o servizio venduto.
È buona norma rendere sempre chiari i guadagni medi per click o per vendita generata, in modo che l’affiliato possa annotarli per averli sempre disponibili e discutere su tutti i benefici e vantaggi a sua disposizione.
Bisogna sempre essere veloci nel rispondere alle loro richieste; devi essere proattivo e dimostrare grande professionalità, sia in situazioni di buon guadagno che in situazioni meno performanti.

6 . Non trascurare i tuoi affiliati una volta che li hai a bordo

Questo è un’altro aspetto che si trascura. Occorre impegnarsi con i propri affiliati! Non vi è alcun vantaggio nell’acquisire affiliati se poi questi non sono ancora capaci di promuovere il tuo brand. Assicurati che abbiano da subito a disposizione tutto il necessario per iniziare a lavorare. Punta molto sulla creatività, generando i link per loro e fornendo gli obiettivi della campagna. Questi sono solo alcuni suggerimenti che risulteranno davvero utili.
Se davvero si vuole che loro promuovano in modo adeguato il tuo brand, fai quanto necessario per rendere il loro lavoro più semplice possibile. Inoltre, perché non fare loro una telefonata? Questo può essere un tocco personale per rendere il tuo approccio diverso dagli altri. Gli affiliati ricevono un sacco di email, ma a volte una telefonata è molto più efficace e di buon impatto.
Quando hai acquisito nuovi affiliati, fai in modo di battere il ferro finché è caldo! Prima che approdassero al tuo programma, può darsi che abbiano avuto a che fare con un tuo concorrente, che magari ha trascurato qualcosa o fatto molto più di te per conquistarli. Questo non puoi mai saperlo con certezza, dunque tutto il rapporto va costruito senza trascurare nulla!
In una buona parte dei casi, l’impegno e l’attenzione verso gli affiliati è la componente più importante del reclutamento.

7 . Comunicare attivamente con la rete e lavorare sui feed back

È tutto molto bello quando si svolge un ottimo lavoro sull’acquisizione degli affiliati, ma la tua soddisfazione potrebbe non essere la stessa per tutti i tuoi partner.
È quasi d’obbligo rivolgersi alla propria rete al fine di chiedere dei feedback che diano un parere sul programma, sulle commissioni, sui formati e link pubblicitari. Per l’affiliato è molto stimolante e gratificante la richiesta di suggerimenti per migliorare il rapporto di collaborazione. In questo modo si individuano eventuali problemi ed incongruenze, si scoprono nuovi modi per migliorare il programma ed il vostro stesso approccio. Il feedback è di vitale importanza per tutte le parti in causa.

8. Pazienza e costanza

Infine, l’ultimo consiglio è quello di non scoraggiarsi mai e di lavorare con pazienza e costanza nella ricerca di prodotti che abbiano buoni spazi di mercato e di numerosi affiliati di qualità. Prima di raggiungere i primi obiettivi occorreranno mesi di duro lavoro, ma quando questi due elementi troveranno un punto di incontro, i risultati saranno più che soddisfacenti!

Potrebbero interessarti anche...

TradeTracker Publisher Tips

Hai creato il tuo account publisher su TradeTracker e non sai come monetizzarlo? Non lo hai ancora fatto, ma ti piacerebbe entrare a  far parte del mondo dell’affiliazione come editore? Niente paura, qui di seguito troverai tutte le informazioni necessarie per diventare un partner di TradeTracker Italia 😊 Sei pronto? Cominciamo! Crea il tuo account [...]

Scopri di più

Settore Travel e influencer marketing: ecco a voi La Viaggiatrice Solitaria!

Zaino in spalla, valigia pronta e green pass alla mano: si torna a viaggiare! Se sei un advertiser del settore Travel e vorresti promuovere i servizi che offri tramite l’influencer marketing non puoi perderti l’ultima IG Live di TradeTracker disponibile qui, durante la quale abbiamo intervistato La Viaggiatrice Solitaria. Per saperne di più, scrivi a [...]

Scopri di più

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più