Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Torna a tutti blog

Gli errori da non fare su Adsense

Img 433097153889938Gli annunci di Adsense sono un utile modo per guadagnare qualche soldino dal proprio sito web.

Attenzione però, non cercate di vivere di questo: a meno che non abbiate persone specializzate che realizzano per voi costantemente contenuti di valore e che seguono tutte le novità e le variazioni del servizio di Google. E’ importante diversificare i flussi di reddito!

Per poter veramente trarre un certo frutto dalla pubblicazione di contenuti sul proprio sito web è necessario produrre un traffico di valore.
Il sistema, infatti, è controllato da Google che fa in modo di punire drasticamente tutti i furbetti del web. L’utente che decide di istallare Adsense sul proprio sito può maturare qualche soldino attraverso gli utenti che cliccano sugli sponsor pubblicitari nello spazio ad hoc che è stato venduto a Google ma non si pensi nemmeno lontanamente di poter prendere in giro una delle più importanti aziende al mondo. Se suggerirete di cliccare sugli annunci ai vostri amici e parenti Google vi bloccherà immediatamente l’account e non lo potrete più riaprire.

Google si interessa di avere solo click di un certo valore, che possano portare un valore aggiunto alla sua azienda, ma anche all’azienda che ha deciso di pubblicizzare il suo prodotto.
Senza ombra di dubbio Adsense può essere uno degli strumenti di guadagno, ma non lo strumento di guadagno in assoluto. La qualità dei contenuti è la cosa più importante se si vuole avere un ritorno economico. E’ bene infatti realizzare un sito web che sia capace di aggiungere qualcosa al mondo del web e non di riprodurlo solamente. Per fare questo non si deve porre l’attenzione solo sugli eventuali introiti che si potrebbero ottenere da Adsense, ma principalmente sulla qualità dei contenuti pubblicati. Se amate il vostro sito e amate quello che voi pubblicate, avrete molte persone che capiranno questo vostro atteggiamento e vi seguiranno. Solo in questo modo potrete finalmente generare traffico di qualità e quindi esser premiati da Google, aumentando i vostri incassi.

Nel mondo del marketing si afferma che ‘content is king‘, cioè il contenuto regna sovrano. Con il termine di contenuto si intendono tutti quegli articoli, quelle immagini, quei video capaci di essere originali e innovativi. Non è facile realizzare prodotti di qualità. Fare una cosa di questo tipo comporta una certa perdita di tempo, ma produce effetti sicuri.

Ci sono dei piccoli trucchi, facilmente applicabili, che è possibile portare avanti per realizzare contenuti di una certa qualità:

– spegnere o allontanare da se ogni tipo di distrazione. Se state scrivendo un articolo è scientificamente provato chesarà più facile realizzarlo e che i risultati ottenuti saranno migliori, se allontanerete da voi il cellulare e spegnerete la connessione a internet. In questo modo vi concentrerete solo ed esclusivamente sul contenuto che dovete realizzare e vi presterete tutte le attenzioni del caso. un’eccezionea questa regola? La musica! E’ stato dimostrato infatti che molte persone si concentrano di più se ascoltano una determinata musica che amano.
– scrivi nel momento giusto, cioè quando ti va. E’ impossibile realizzare contenuti di qualità se vengono imposti dall’alto i momenti per farlo. Ognuno di noi sa quando è il momento migliore per prendersi un po’ di tempo per se.

Un altro piccolo accorgimento per realizzare dei prodotti di qualità è quello di dividere il propri contenuti attraverso dei paragrafi. Sarebbe meglio anche intitolare quest’ultimi, in modo da dare una notevole organicità al tutto.

Per ottenere contenuti di una certa rilevanza ed esser quindi essere premiati da Adsense è poi consigliabile realizzare un contenuto diverso dagli altri! E’ necessario portare avanti delle ricerche, riorganizzare il materiale che si è trovato, scrivere una scaletta di quello che si vuole dire e prendersi una pausa prima di buttare giù quello che sarà pubblicato. Quest’ultimo aspetto può sembrare una perdita di tempo, ma non è così. Le cose pubblicate di getto e senza revisioni hanno minor peso di quelle pubblicate invece dopo un momento di relax in cui è possibile vedere dall’alto e focalizzarsi su quello che si è elaborato personalmente. Se non ci credete fate una prova. Vedrete come i vostri contenuti dopo una pausa riceveranno maggiori click su Adsense.

Altri accorgimenti da avere per ottimizzare le vostre commissioni?

Create dei canali settoriali. E’ possibile orientare gli annunci anche geolocalizzandoli. Se sapete, per esempio, che nella vostra regione va forte un determinato prodotto acquistato su internet allora geolocalizzate gli annunci orientandoli in quel settore. In questo modo sarete ancora più sicuri di ricevere i click necessari e il vostro traffico su Adsense sarà di un certo numero.

Cercate anche di settorializzare gli annunci che vi verranno presentati. Non tutti, naturalmente, sono interessati a tutto. Gli utenti che seguoni il vostro sito probabilmente saranno interessati a leggere di annunci simili al contenuto dello stesso. Cercate di affinare, dunque, il tipo di annunci che viene sponsorizzato sullo spazio web messo a disposizione di Google. In questo modo sarete sicuri di ricevere sugli annunci sponsorizzati click da parte di utenti realmente interessati. Cosa fareste al posto dell’utente che naviga sul vostro sito? Questo il trucco per ottenere sempre un certo successo nel mondo del web: mettersi dall’altra parte.

 


Previous:

7 skills per un’efficace lead generation

7 skills per un’efficace lead generation

Next:

Ottimizza i tuoi risultati senza incrementare il traffico sul sito

Ottimizza i tuoi risultati senza incrementare il traffico sul sito

Potrebbero interessarti anche...

Black Week 2022

Scopri di più

Channable: il partner ideale per la gestione del feed prodotto

Scopri di più

Potenziare la parte alta del funnel

Scopri di più

Sneakers Bar: la pista giusta per il tuo e-commerce

Scopri di più