Una presenza globale

TradeTracker è presente a livello internazionale, e in quanto membri della comunità on-line, conosciamo meglio di chiunque altro la capacità di Internet di far diventare i confini nazionali irrilevanti.

La nostra presenza con uffici in tutto il mondo ci aiuta a rimanere presenti e attivi sui singoli mercati nazionali, cosi come anche l'apertura di un network di potenziali partner internazionali.

L'ambizione di crescere ci ha portato ad essere presenti in oltre 19 paesi diversi, mentre continuiamo a fare piani di sviluppo per la nostra prossima grande avventura.

North America

South America

08 agosto, 2017by TradeTracker Italy Inisghts Real Attribution ttnews

I modelli di Real Attribution di TradeTracker offrono agli inserzionisti la possibilità di premiare tutti i touch point coinvolti nel percorso di conversione; significa che gli editori sono ricompensati per il loro valore aggiunto in ogni fase della consumer journey. All'interno dell'Attribution, gli inserzionisti hanno la possibilità di impostare la durata della finestra di attribuzione. Questa finestra può avere durata fino a un anno, permettendo che i primi "influenzer" di una vendita siano ricompensati! Così come diversi periodi di attribuzione influenzano l'impatto sul modello di Attribuzione, TradeTracker in questo documento vuole spiegare i suoi risultati su questo fronte.

La "finestra di attribuzione" descrive il periodo in cui tutti i punti di contatto (touchpoints) vengono premiati. Ad esempio, se un percorso completo consiste in 20 touch point nell’arco di un anno, gli inserzionisti attribuiranno solo la commissione a quei tocuh point che rientrano nella finestra di Attribuzione definita. In questo caso, e supponendo che abbiamo una distribuzione uniforme di punti di contatto, se l'inserzionista ha impostato la finestra di attribuzione a 6 mesi, solo 10 touch point si vedranno attribuita una commissione. Tuttavia, una finestra di attribuzione più lunga consente di ricompensare un maggior numero di touch point, incentivando una base di publisher ancora più ampia e aumentando le performance della campagna.

Nel suddetto percorso di conversione, costituito da 10 touch point, possiamo vedere che il primo touch point che ha introdotto questo consumatore al brand, risale ad un anno fa.  In accordo con la finestra di attribuzione di 100 giorni implementata dall'advertiser, solo gli ultimi due touch point sono stati premiati. Un advertiser può esaminare i rapporti sui percorsi di conversione per analizzare l'impatto del  proprio modello sui differenti publisher e quindi determinare la finestra di attribuzione ottimale. Questo può essere evidenziato esaminando i tassi di eCPC / eCPM, assicurandosi che questi ultimi siano abbastanza alti per i publisher coinvolti in modo da ottenere delle performance ottimali sulla specifica campagna.

Per analizzare l'impatto della durata della Finestra di Attribuzione sulle prestazioni dei publisher, abbiamo prima di tutto categorizzato i publisher a seconda che siano normalmente in un ruolo di iniziator, assist o converter all'interno del percorsi di conversione. Abbiamo poi monitorato l'aumento del traffico verso il loro sito, utilizzando diverse lunghezze della finestra di attribuzione. Abbiamo quindi constato che, oltre a coinvolgere editori esistenti, una finestra di attribuzione più lunga ha anche attirato un numero maggiore di nuovi publisher che non erano precedenti attivi/coinvolti fintanto che era attivo il modello Last Click. I più grandi publisher dei siti di informazione hanno constatato che ora possono trarre beneficio dal modello CPA affiancato ai loro modelli tradizionali CPM e CPC e sono stati lieti di spingere fin da subito i grandi brand.

 

Come si può vedere dalla tabella precedente, più è lunga la Finestra di Attribuzione, maggiore è l'impatto sugli editori che si concentrano nelle fasi di iniziativa e di assistenza all'interno del Customer Journey. Per gli advertiser è quindi importante definire il periodo di attribuzione sulla base degli obiettivi definiti dall’ufficio marketing. Aggiungere una finestra di attribuzione più lunga rende la campagna ancora più “attraente” per gli editori che diversamente non avrebbero promosso la campagna. L’utilizzo di una finestra di attribuzione di 100 giorni o più ha dimostrato di attirare oltre il 150% di traffico in aggiunta alle tradizionali campagne sponsorizzate attraverso grandi centri media e portali di notizie. I tipi di materiali utilizzati dai publisher hanno anche mostrato alcune tendenze interessanti, come campagne con una finestra di attribuzione più lunga hanno mostrato un aumento del traffico e delle transazioni provenienti da editori che utilizzano il canale di Email marketing su un database proprietari, oppure attività a Display.

 

Come influisce la Finestra di Attribuzione sui publisher?

Come publisher, le campagne con una finestra di attribuzione più lunga offriranno ulteriori possibilità per guadagnare la commissione. Essere coinvolti nelle fasi iniziali, ad esempio 100 giorni prima dell'effettivo Acquisto, aumenterà le tue prestazioni sulla campagna.  Gli editori che hanno utilizzato il canale Email Marketing sui propri Database per inviare o per scrivere annunci dedicati, possono adesso beneficiare di commissioni addizionali, grazie a posizionamenti precedenti nel percorso di conversione.Per spingere campagne di viaggio e per i “Last-Minute” non sarà più necessario sfruttare solo il mese di Luglio,  ma anche in maggio e giugno sarà incentivante, e gli investimenti effettuati all'inizio della finestra di attribuzione permettaranno di far guadagnare le commissioni quando il consumatore porterà finalmente a termine la vendita.

Quindi, come publisher, non controllare solo il modello utilizzato nelle campagne, ma  tieni a mente anche la durata della Finestra di Attribuzione e assicurati di promuovere le campagne prima che il periodo di picco della campagna stessa inizi!