Ultimi Tweet

    Scusate, nessun Tweet trovato.

Post recenti su Facebook

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: An access token is required to request this resource.
Type: OAuthException

Latest Videos

TradeTracker’s International Performance Marketing Award submission

Real Attribution Launch Event With Launch Partner TMG

Una presenza globale

TradeTracker è presente a livello internazionale, e in quanto membri della comunità on-line, conosciamo meglio di chiunque altro la capacità di Internet di far diventare i confini nazionali irrilevanti.

La nostra presenza con uffici in tutto il mondo ci aiuta a rimanere presenti e attivi sui singoli mercati nazionali, cosi come anche l'apertura di un network di potenziali partner internazionali.

L'ambizione di crescere ci ha portato ad essere presenti in oltre 19 paesi diversi, mentre continuiamo a fare piani di sviluppo per la nostra prossima grande avventura.

North America

09 March, 2018 by TradeTracker Italy ttnews

Il boom del mercato farmaceutico online è senza ombra di dubbio l’evoluzione più significativa registrata dai dati e-commerce negli ultimi 5 anni. E questo non solo per la nascita di un nuovo segmento di mercato, ma anche per la crescita costante delle vendite e dei negozi che in rete hanno trovato terreno fertile per i propri guadagni. La dinamicità del mercato ha stimolato la nascita di numerose imprese che, con oltre 18.000 prodotti, hanno deciso di investire in questo settore con oltre 1000 aziende presenti su tutto il territorio italiano. Secondo il report annuale stilato da Casaleggio Associati la crescita del segmento Salute e Benessere è del +31% nel solo 2017.

Lo sviluppo esponenziale del mercato Farma è ancora più evidente se si pensa alla ferrea regolamentazione commerciale.  In Italia infatti la vendita online è consentita dal primo luglio 2015 solo per i farmaci che non richiedono la prescrizione medica (prodotti SOP), che comprendono i farmaci da banco o OTC (Over The Counter), comunemente conosciuti come medicinali da automedicazione e che come tali vengono indicati per disturbi di lieve entità. Un bollino sulla loro confezione li rende facilmente riconoscibili ma in caso di ulteriori dubbi è possibile consultare la guida di Federfarma, utile a fare luce sulle tante norme in vigore.

La tendenza ad affidarsi ai negozi online è diventata ormai comune tra gli utenti, che sempre più spesso preferiscono ricevere i prodotti direttamente a casa propria, bypassando completamente la fase di consultazione con il farmacista. In una recente indagine condotta da Farmacing si è cercato di capire quali siano le principali motivazioni di tale scelta:

(Fonte Farmacing, ECOMMERCE FARMACEUTICO: È BOOM DELLE VENDITE!)

Che sia giusto o sbagliato non sta certo a noi stabilirlo, ma indubbiamente la nascita di forum specialistici e di portali web professionali hanno allontanato sempre più la diffidenza dei consumatori per lasciare spazio a un ambiente fertile di progresso. Secondo i dati di Media For Health il mercato degli integratori vale quasi 3,2 miliardi di euro ed è dominato senza confronti dalla farmacia che ne copre l’84%. L’interesse è in forte crescita anche tra i medici, in particolare pediatri, ginecologi, oftalmologi e geriatri, sintomo di uno spostamento verso il mercato B2B.

Il marketing a performance ha giocato un ruolo chiave nelle strategie di vendita online, incrementandone rapidamente le revenue. ePharmacy, Saninforma, Farmavillage e Farmacia Loreto Gallo sono solo alcune delle virtuose realtà che hanno scalato a testa alta la classifica di vendita, imponendosi nel mercato dell’affiliate marketing ed equiparando i fatturati dei grandi e-commerce tradizionali. Indubbiamente questo fenomeno ha modificato gli equilibri di clienti e affiliati, convincendo i primi a studiarne le strategie e i secondi a promuoverne i prodotti. All’interno dei siti di grandi publisher sono nate delle vere e proprie sezioni dedicate alle farmacie online e hanno fatto il loro ingresso nei network numerosi portali web sull’argomento. Viceversa chi già disponeva dei contenuti ha deciso di iniziare a monetizzarli.

In termini di fatturato, quello prodotto sui network di affiliazione è ancora una porzione contenuta rispetto alle vendite online complessive, ma non mancano certo le prospettive di crescita. Puntare sulla performance significa ottimizzare gli investimenti e convertire il rischio delle tariffe a CPM in commissioni CPS, basate sulle vendite generate. Un vantaggio corposo risiede anche nella varietà dell’offerta, che grazie ad una vasta rete di publisher, garantisce azioni pubblicitarie in target con la campagna e le categorie di prodotti presenti sul sito.

Per approfondimenti sull’attività di TradeTracker Italy è possibile consultare il Business Case di Saninforma, e la sezione “Salute e Cura della persona” in piattaforma, che racchiude l’offerta completa delle campagne Farma.