Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

15 modi per rendere più evidente il proprio profilo Google+

Ecco una serie di consigli su come ottimizzare al meglio il marketing sul web e su come sfruttare al meglio Google+.

Consiglio numero uno, usare le GIF come immagine profilo

Un trucco per attrarre i clienti e per ottenere maggiore visibilità, con conseguente incremento del marketing sul web è proprio favore è quello di utilizzare le GIF animate come foto del profilo.
Grazie al loro successo, le GIF animate spesso riescono ad attrarre i curiosi che navigano sul web, ed utilizzarle sia come immagine del profilo che come elemento per la creazione dei post potrebbe esser una mossa azzeccata per sfruttare al meglio Google+ per il marketing.

Consiglio due, gli slideshow fotografici

Se non si amano molto le GIF, un metodo altrettanto convincente ed utile per poter sfruttare al meglio Google+ è quello di usare slideshow fotografici come immagine del profilo, i quali risultano esser allo stesso modo molto attraenti.
Come foto ovviamente bisogna inserire i vari lavori effettuati, in maniera tale che tutti possano vederli una volta che visitano il profilo di Google+: per far questo bisogna semplicemente cliccare sulla voce del profilo, poi nella foto del profilo e selezionare aggiungi foto, in maniera che lo slideshow venga creato automaticamente.

Terzo consiglio, la ricerca delle foto animate nei post

Quando si creano dei post, utilizzare delle foto statiche potrebbe esser una mossa controproducente, in quanto la foto che rimane immobile potrebbe non esser così attraente come si pensa.
Al contrario, utilizzare una fotografia animata differente però dalla GIF: procedendo in tal modo, sarà possibile ottenere visite maggiori e, qualora si utilizzi la condivisione per promuovere un prodotto, un’immagine animata dello stesso sarà un trucco che porterà solo vantaggi.

Consiglio quattro, utilizzare la funzione Live di Hangout

Hangout è uno strumento che permette agli utenti di avere una grande visibilità, sopratutto se questo viene utilizzato per fare delle conferenze live che andranno poi inserite su Youtube.
Per sponsorizzare nuovi prodotti, o parlare ai propri clienti di nuovi, lo sfruttare la funzione Live di Hangout sarà un passo azzeccato, dato che saranno in molti coloro che parteciperanno, anche attivamente, alla conferenza che si sta tenendo, a patto che questa sia stata annunciata anticipatamente.

Quinto consiglio, le informazioni su Hangout Live

Qualora si voglia ottimizzare Google+ per il marketing utilizzando un Hangout Live, bisogna sempre ricordarsi che aggiungere tutte le informazioni del profilo di Google+ rappresenta, con molto probabilità, un flusso di visite maggiori, dato che chi partecipa a quella conferenza andrà a visualizzare il profilo di Google+.
Per poter inserire queste informazioni basta usare la Toolbar, ovvero la barra degli strumenti di Hangout e inserire tutte quelle informazioni del profilo che si reputano necessarie.

Sesto consiglio, utilizzare le applicazioni di Hangout

Giochi, video, chiamate vocali e qualsiasi altra cosa sono molto importanti su Hangout e non utilizzarle sarebbe completamente sbagliato: per ottimizzare Google+ per il marketing, quando si decide si sfruttare Hangout è anche giusto usare le applicazioni ad esso connesse e quindi operare in una maniera più social possibile.
Agli altri utenti piace esser presi in considerazione, e sfruttare anche un gioco online per socializzare potrebbe esser l’asso nella manica di chi possiede un profili su Google+.

Consiglio sette, creare dei backup delle foto

Quando si inserisce una foto su Google+ tramite dispositivo mobile, spesso ci si dimentica di salvarla: la stessa foto potrebbe poi tornare utile in altri contesti, e per questo è importante effettuare il backup delle foto che vengono utilizzate coi dispositivi mobili.
Seppur sia un’opzione automatica, e bene verificare se questa è attiva, semplicemente controllando le opzioni dell’applicazione mobile di Google+ e attivandola qualora questa sia posizionata su Off.

Ottavo consiglio, formattare il testo di un post

Spesso, quando si scrive una cosa sul proprio profilo si trascura l’importanza della formattazione dello stesso testo: una frase potrebbe esser poco attraente senza la giusta formattazione, e questo sarebbe dannoso per il proprio marketing.
Utilizzare quindi il grassetto, lo stile sbarrato sopratutto quando si fanno confronti coi prezzi ed altri tipi di formattazione potrebbero rendere quel testo maggiormente attraente, e quindi permettergli di esser maggiormente visibile, cosa che permetterà al proprio marketing di poter intraprendere una direzione positiva.

Consiglio nove, utilizzare i comandi brevi della tastiera

Per muoversi con maggior velocità, e per esser maggiormente attivi sul web e su Google+ occorre esser maggiormente reattivi: ma come bisogna procedere per esserlo?
Occorre semplicemente attivare i comandi brevi di Google+, funzione presente nelle opzioni del profilo, e con la semplice pressione di un tasto si potrà navigare ed attivare funzioni in maniera rapidissima, senza ulteriori e dannose perdite di tempo.

Numero dieci, creare dei sondaggi per gli altri utenti

La creazione dei sondaggi è una cosa molto positiva e che permette di ottimizzare al massimo Google+: coi sondaggi non solo si potrà scoprire cosa preferiscono i contatti delle proprie cerchie, ma anche riuscire ad ottenere una maggiore visibilità ed un numero maggiore di utenti che entrano a far parte delle proprie cerchie.
I sondaggi sono molto utili grazie a queste caratteristiche molto positive, e crearli richiede pochissimo tempo: occorre solo porre una domanda accattivante ed osservare con attenzione il risultato del sondaggio creato.

Undici, creare gli RSS sulla propria pagina del profilo Google+

Spesso gli RSS sono molto sottovalutati poiché non se ne comprende appieno il valore: questi contenuti o funzione che dir si voglia permette al proprietario di un profilo di ottenere costanti aggiornamenti su un argomento e di trovarli direttamente nella propria pagina di Google+.
Si sapranno sempre le notizie relative ad un argomento e, allo stesso tempo, anche i contatti delle cerchie saranno aggiornati, e questo rappresenta un grosso incentivo per potenziare il proprio marketing e Google+.

Dodicesimo consiglio: Condividere le cerchie con altre cerchie

Un buon metodo per poter esser veramente social su Google+ è la condivisione, e una di queste riguarda le cerchie: gli utenti potranno quindi divenire sempre di più se si procede in questo modo, ed ovviamente a trarne un profitto sarà l’utente che procederà in questo modo, poiché otterrà maggior visibilità e sopratutto potrebbe entrar a far parte di nuove cerchie con nuovi utenti.

Tredici, creare cerchie vuote

A primo impatto, si potrebbe credere che le cerchie vuote servano a ben poco: in realtà queste possono esser usate come contenitore di bozze che in futuro diverranno contenuti da condividere.
Bisogna cercare dunque di crearle poiché in esse si potranno creare dei contenuti, sotto forma di bozze, che non saranno visibili a nessuno e che potranno esser modificate come meglio si crede, prima di condividerle pubblicamente.

Consiglio quattordici, controllare chi guarda i propri post

Osservare con grande attenzione chi osserva i propri post è positivo, in quanto si potrà capire quali sono quelli che ottengono maggiore attenzione: nel campo del marketing questo modo di procedere è estremamente positivo, dato che si potranno creare contenuto che piacciono maggiormente agli utenti delle proprie cerchie.

Ultimo consiglio: il controllo di chi condivide i post

Come nel caso precedente: chi condivide determinati post è un utente che li trova attraenti, affascinanti e quindi interessanti e di ottima qualità: osservando anche chi condivide i post, e sopratutto a quale cerchia appartiene è importante, dato che si sarà in grado di poter creare solo post che otterranno tantissima attenzione e diverranno visibili grazie alle condivisioni.

Potrebbero interessarti anche...

Settore Travel e influencer marketing: ecco a voi La Viaggiatrice Solitaria!

Zaino in spalla, valigia pronta e green pass alla mano: si torna a viaggiare! Se sei un advertiser del settore Travel e vorresti promuovere i servizi che offri tramite l’influencer marketing non puoi perderti l’ultima IG Live di TradeTracker disponibile qui, durante la quale abbiamo intervistato La Viaggiatrice Solitaria. Per saperne di più, scrivi a [...]

Scopri di più

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più

Publisher Spotlight: Discoup

Una breve presentazione della vostra realtà. Discoup è nato nell’ormai lontano 2013 e da allora è cresciuto molto velocemente, diventando il punto di riferimento italiano per i codici sconto e le offerte. Dagli esperti del settore siamo riconosciuti come miglior publisher italiano e ad oggi collaboriamo con oltre 1.300 e-commerce per garantire un risparmio vero [...]

Scopri di più