Una presenza globale

TradeTracker è presente a livello internazionale, e in quanto membri della comunità on-line, conosciamo meglio di chiunque altro la capacità di Internet di far diventare i confini nazionali irrilevanti.

La nostra presenza con uffici in tutto il mondo ci aiuta a rimanere presenti e attivi sui singoli mercati nazionali, cosi come anche l'apertura di un network di potenziali partner internazionali.

L'ambizione di crescere ci ha portato ad essere presenti in oltre 19 paesi diversi, mentre continuiamo a fare piani di sviluppo per la nostra prossima grande avventura.

North America

South America

18 gennaio, 2018 by TradeTracker Italy ttnews

Con lo scoccare della mezzanotte del 31 Dicembre 2017 ci siamo avviati verso un nuovo anno ricco di previsioni positive sui futuri andamenti aziendali.

Uno degli aspetti più importanti e dibattuti nel 2017, è stato il perfezionamento e lo sviluppo del canale email marketing, considerato dai professionisti il metodo più efficace e redditizio per generare fatturato, addirittura più dei social media. Questa preferenza è dovuta principalmente al comportamento del consumatore, il quale sembra essere maggiormente attratto dal messaggio promozionale ricevuto via mail piuttosto che dall’inserzione che può incontrare scorrendo la home di Facebook.

Non c’è la certezza che gli ottimi risultati del 2017 siano ripetuti anche nell’anno corrente ma ci sono alcuni indicatori che possono darci l’idea di quali saranno i trend per il 2018. Prima fra tutte è la personalizzazione dei contenuti, sempre più vicini all’utente e i suoi interessi. Altra novità, l’interazione tra utente e messaggio mail grazie all’inserimento di sondaggi, immagini, materiali condivisibili direttamente sui social.

Inoltre, le mail pubblicitarie saranno predisposte in modo tale da semplificarne l’usabilità da telefono cellulare. Le mail saranno più brevi e concise, con un’ottimizzazione dei risultati sulla base degli interessi di navigazione degli utenti.

Il censimento 2017 sull'industria di email marketing, così come riportato da ‘Smart Insights’ in un articolo di pochi giorni fa, ci mostra quali sono stati i trucchi e le tecniche maggiormente utilizzate nel 2017:

Come ottimizzarne le performance?

A fronte di quanto riportato sopra, è innanzitutto essenziale recuperare il maggior numero di informazioni possibili sugli utenti, analizzandone i trend comportamentali e demografici e cercando di inviare messaggi su misura per ogni utente.

Inoltre è necessario conoscere alla perfezione la profilazione del database, passaggio fondamentare che permette di scegliere le campagne da inviare sulla base dell’audience, ossia il pubblico giusto.

La regola generale è che la mail promozionale debba catturare l’attenzione degli utenti ancora prima di essere aperta, partendo quindi dall’oggetto, che deve essere di impatto ma anche chiaro e coerente con i contenuti. Da non tralasciare i parametri legali, normativi e di privacy policy che devono rispondere agli standard di legge (scopri di più nell’articolo sulla normativa europea sulla privacy policy).