Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

4 errori da evitare nel link building

L’ aggiornamento dell’ algoritmo Penguin di Google ha cambiato molto il link building, cioè la rete di collegamenti che rende più visibile una pagina web sui motori di ricerca. Tale aggiornamento ha penalizzato molti siti, che sono stati eliminati dai risultati della prima pagina. Per evitare ciò è necessario strutturare bene i collegamenti esterni ed interni del sito, evitando quattro principali errori.

Collegamenti irrilevanti

Quando si costruisce la rete di collegamenti questi devono essere i più naturali possibili, per evitare di essere bannati dai motori di ricerca. I link devono essere inseriti in siti con argomenti correlati, meglio puntare sulla qualità e non sulla quantità, inserendoli in contesti che non hanno nulla a che fare con il nostro sito.

Distribuzione degli Anchor Text

La distribuzione degli Anchor Text deve essere naturale, evitando la ripetizione delle parole ed utilizzando diverse parole chiave per esprimere lo stesso concetto. Invece di ricorrere all’utilizzo indiscriminato di anchor test, per rafforzare l’ottimizzazione del sito è più utile migliorare i temi dei link, facilitare l’utente nella navigazione del sito, offrire nuovi spunti ed evitare gli eccessivi rimbalzi.

Eccessivo uso del guest blogging

Il guest blogging, cioè la presenza di back-link su siti ospiti al fine di utilizzare il traffico di questi per aumentare il proprio, dovrebbe essere limitato, per evitare una svalutazione da parte dei motori di ricerca, che potrebbe non posizionarli tra i primi risultati. Per evitare ciò sarebbe bene per ogni guest post pubblicare anchor text diversi, scegliere siti con contenuti vari per tema e qualità, creare collegamenti con fonti istituzionali autorevoli, evitare i siti che non godono di buona reputazione. Ad esempio l’utilizzo di post su forum tematici o di siti come oknotizie.it sarebbero delle ottime alternative al semplice al semplice scambio di banner tra pagine web.

Scarso utilizzo di link creativi

La creazione di nuove strategie di link permetterebbe di ottimizzare al meglio la visibilità del sito, rafforzare il marchio ed avere un vantaggio sui concorrenti. Attraverso le informazioni derivanti dai cookies e dai Feed Rss è possibile generare nuove modalità di collegamenti o nuove applicazioni riuscendo a raggiungere anche coloro che non vogliono essere tracciati.

Potrebbero interessarti anche...

Settore Travel e influencer marketing: ecco a voi La Viaggiatrice Solitaria!

Zaino in spalla, valigia pronta e green pass alla mano: si torna a viaggiare! Se sei un advertiser del settore Travel e vorresti promuovere i servizi che offri tramite l’influencer marketing non puoi perderti l’ultima IG Live di TradeTracker disponibile qui, durante la quale abbiamo intervistato La Viaggiatrice Solitaria. Per saperne di più, scrivi a [...]

Scopri di più

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più

Publisher Spotlight: Discoup

Una breve presentazione della vostra realtà. Discoup è nato nell’ormai lontano 2013 e da allora è cresciuto molto velocemente, diventando il punto di riferimento italiano per i codici sconto e le offerte. Dagli esperti del settore siamo riconosciuti come miglior publisher italiano e ad oggi collaboriamo con oltre 1.300 e-commerce per garantire un risparmio vero [...]

Scopri di più