Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Come migliorare il CTR dei tuoi risultati organici

Scopo dell’attività SEO è quello di migliorare il posizionamento del sito sui motori di ricerca, riuscendo a raggiungere le prime posizioni. Naturalmente bisogna tener conto soprattutto del ritorno di visitatori, in quanto non sempre essere in prima posizione è sinonimo di visite sul sito durature e raggiungimento dei risultati sperati.

Ecco dunque come poter procedere per poter potenziare ulteriormente il proprio CTR.

Primo passo da compiere: la misurazione del dato

Per poter migliorare il CTR è veramente importante capire a quanto questo ammonti:  deve essere misurato dividendo il numero di click ricevuti per il numero di impressions, ovvero il numero di volte che un annuncio viene almeno visualizzato.

Secondo passo: sfruttare gli annunci pubblicitari “vincenti”

Quando un annuncio pubblicitario viene creato, bisogna cercare di capire se questo è di successo oppure no: mediante gli appositi strumenti, si potranno effettuare dei controlli in tempo reale che permetteranno al proprietario di tale annuncio di poter apportare tutte le modifiche necessarie affinché l’annuncio sia di successo.
Una volta individuato il corretto annuncio, l’azienda potrà procedere in una maniera molto semplice, ovvero creando delle copie molto simili di quell’annuncio per lanciare una nuova campagna pubblicitaria.
Attenzione però: bisogna prendere spunto dall’annuncio “vincente”, e non copiarlo del tutto, in quanto si rischierebbe di creare un inutile doppione che comprometterebbe il CTR!
Quando poi si creano determinate copie degli annunci pubblicitari è estremamente importante cambiare sempre la call to action conclusiva di quell’annuncio, in maniera tale da attrarre con maggior facilità l’utenza e semplificare il raggiungimento dell’obiettivo finale.
Bisogna dunque avere tanta fantasia per creare tante call to action diverse, che permettono all’utente di poter aumentare il proprio CTR.

Terzo passo: cambiare sempre la parole chiave nelle copie

Oltre alla call to action, quando vengono create delle copie degli annunci pubblicitari che hanno avuto successo, è bene ricordarsi anche un fattore veramente importante: cambiare anche le parole chiave delle varie copie degli annunci.
Bisogna procedere in questo modo in quanto, copiando le parole chiave, si rischierebbe semplicemente di togliere visibilità agli annunci pubblicati precedentemente.
Procedendo in tal modo, la pubblicità avrà una doppia entrata, e l’azienda sarà maggiormente riconoscibile all’interno del mondo di internet.

Quarto passo: stabilire gli obietti della campagna pubblicitaria.

Ogni singola campagna pubblicitaria deve avere il suo preciso obiettivo.
Prima della sua creazione dunque, l’azienda deve chiedersi quale sia l’obiettivo che quella campagna deve raggiungere, stabilendo anche i termini di scadenza per quanto riguarda lo stesso raggiungimento: ad esempio, si può scegliere che tra sei mesi grazie a quell’annuncio devono esser raggiunge cento mila visite e generate cinquanta mila vendite.
Ovviamente, per poter controllare se l’obiettivo viene raggiunto, si devono effettuare dei controlli molto dettagliati, in maniera tale che si possa intervenire immediatamente qualora quel tipo di campagna pubblicitaria non dovesse dare i frutti sperati e quindi non dovesse riuscire a raggiungere i vari obietti che sono stati impostati nel momento in cui è stata creata.

Ultimo passo per aumentare il CTR: mantenere le promesse della pubblicità.

Nel momento in cui lanciano una determinata campagna pubblicitaria, con tanto di sconto, le aziende devono obbligatoriamente e assolutamente mantenere la promessa scritta nell’annuncio creato: ad esempio, se viene proposto uno sconto del cinquanta percento su un determinato oggetto, il cliente quando clicca sul banner e procede all’acquisto di tale oggetto deve naturalmente ottenere quel determinato sconto.
In caso contrario, ovvero di promessa non mantenuta, non solo il CTR rischierebbe di crollare a livelli bassissimi, ma anche di generare pubblicità negativa da parte degli utenti, che scontenti divulgherebbero il messaggio relativo agli imbrogli di quel determinato annuncio.
Come nella vita reale dunque, le promesse una volta che vengono fatte devono essere mantenute, e come facilmente intuibile, se le promesse non possono essere mantenute, l’azienda deve evitare di farle poiché ingannerebbe i suoi clienti.

 

Potrebbero interessarti anche...

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più

Publisher Spotlight: Discoup

Una breve presentazione della vostra realtà. Discoup è nato nell’ormai lontano 2013 e da allora è cresciuto molto velocemente, diventando il punto di riferimento italiano per i codici sconto e le offerte. Dagli esperti del settore siamo riconosciuti come miglior publisher italiano e ad oggi collaboriamo con oltre 1.300 e-commerce per garantire un risparmio vero [...]

Scopri di più

Piattaforma e-commerce che hai, implementazione di TradeTracker che trovi!

Se stai leggendo questo articolo saprai che TradeTracker è una piattaforma di tracciamento e monitoraggio di transazioni provenienti da determinate attività promozionali online. Per far comunicare il tuo e-commerce con la nostra piattaforma, dunque, sarà necessario settare e configurare uno script sul sito. TradeTracker ti permette di fare questo per mezzo di pochi semplici passaggi, [...]

Scopri di più