Blog

Scopri le ultime notizie dal settore del performance marketing, consigli e suggerimenti su come migliorare il tuo marketing di affiliazione, analisi approfondite degli argomenti da parte dei nostri opinion leader selezionati e uno sguardo alla vita all'interno di TradeTracker in tutto il mondo.

Come ottimizzare il proprio annuncio testuale

Spesso e volentieri, si tende a pensare che una volta che si crea un annuncio testuale, questo ottenga automaticamente un grande successo: purtroppo, le cose sono ben diverse, e per questo è veramente importante andare alla ricerca di diversi metodi per poter ottimizzare il proprio annuncio testuale. Vediamo ora come procedere in maniera corretta.

La ricerca delle keyword

Quando si deve creare un annuncio testuale, il quale andrà poi inserito sul web e quindi nei vari motori di ricerca, è bene prima cercare di trovare le parole chiave che permettano allo stesso annuncio testuale di esser di successo: come procedere per poter trovare le giuste parole per il proprio annuncio?
Il web mette a disposizione tantissimi strumenti, grazie ai quali sarà possibile andare alla ricerca delle parole chiave che corrispondono al proprio sito: utilizzando strumenti come quello di Google chiamato Adword Keyword Planner, si riusciranno a trovare tutte le parole chiave più ricercate sul web per trovare siti che hanno contenuti simili a quello creato dall’utente.
Ad esempio, se l’utente ha creato un sito web nel quale si parla di tecnologia, oppure ha un negozio sul web che tratta prodotti tecnologici, per poter creare un ottimo annuncio, l’utente deve sfruttare lo strumento prima nominato e trovare quali sono i termini più utilizzati sul web per trovare siti e negozi online con prodotti tecnologici.
In questo modo, il primo passo verso la creazione di un annuncio testuale di successo sarà completato, a patto che le parole chiave vengano segnate e tenute a portata di mano.

La ricerca degli annunci concorrenti

Per poter riuscire a creare un buon annuncio testuale, e per renderlo vincente, ovviamente è importante vedere come si è comportata la concorrenza sul web: procedendo in tal modo si potrà avere un’idea abbastanza chiara di come i proprietari di siti che potenzialmente rappresentano la concorrenza si comportano per creare degli annunci testuali vincenti.
Come bisogna procedere per poter osservare la concorrenza?
Il metodo migliore è quello di utilizzare sul motore di ricerca di Google tutte le keyword che sono state trovate durante la loro ricerca, e osservare con grande attenzione come sono strutturati i vari annunci testuali degli altri siti.
Questo modo di fare ha una doppia valenza che non deve esser trascurata: la prima consiste nell’osservare attentamente come gli altri proprietari si comportano sul web, mentre la seconda consiste nell’evitare di creare un annuncio completamente uguale ad uno presente da tempo sul web.
Commettere questo di errore infatti non sarebbe produttivo per il proprio sito, dato che si rischierebbe di esser oscurati completamente dall’annuncio testuale creato in precedenza dal proprietario di un altro sito web.

La ricerca del vantaggio e profitto del proprio annuncio testuale

Una volta che si effettuano questi due tipo di ricerche, è di grande importanza iniziare a pensare al come strutturare il proprio annuncio testuale: bisogna infatti iniziare a procedere, almeno nella propria mente, alla creazione dell’annuncio testuale, in maniera da far nascere idee diverse sul come comportarsi.
Prima di creare l’annuncio che andrà sul web però, bisogna porsi una serie di domande che eviteranno l’insuccesso del proprio annuncio: la prima domanda alla quale bisogna rispondere consiste nel sapere se quel tipo di annuncio riesce a soddisfare le richieste del cliente, che magari è alla ricerca di un sito particolare sul quale navigare.
Bisogna anche chiedersi se vi è una differenza tra il proprio annuncio e quello degli altri siti, in maniera tale che il proprio possa esser modificato e reso unico, ma bisogna anche chiedersi se il tipo di annuncio che si vuole creare permetterà all’utente di ottenere un beneficio in termini di visibilità e di vendite.
Infine, bisogna chiedersi se l’annuncio testuale che si vuole creare riesce a coprire quelle falle presenti in quel settore del web marketing e sopratutto se l’annuncio permette al cliente di poter dare un beneficio nel momento in cui naviga e effettua degli acquisti all’interno del sito creato e sponsorizzato con l’annuncio testuale.
Soltanto rispondendo a questi quesiti in maniera perfetta si potrà procedere alla creazione di un annuncio testuale ottimo.

Il giusto modo di esprimersi

L’annuncio testuale, dopo che si affrontano i passaggi sopra indicati, dovrebbe esser a buon punto, per quanto riguarda la sua creazione: mancano però le parole che risulteranno esser vincenti nella creazione del proprio annuncio testuale.
Bisogna infatti esser in grado di poter creare un annuncio che risulti esser veramente invitante, e che quindi utilizzi lo stesso linguaggio del cliente: spesso infatti, utilizzare un linguaggio similare a quello utilizzato dal cliente rappresenta un grande vantaggio, dato che il clienti si sentirà molto più invogliato nel cliccare sull’annuncio.
Aggiungere inoltre eventuali promozioni in vigore sarà un ulteriore incentivo che convincerà i clienti a cliccare su quel tipo di annuncio.
Infine, la frase call to action non deve mai mancare: questa rappresenta la chiave del successo e nella maggior parte dei casi, aggiungere la call to action come Clicca per sapere di più potrebbe esser la reale motivazione che spinge i clienti e gli utenti a cliccare su quell’annuncio.

L’immediatezza dell’annuncio

Un’ulteriore aggiunta che potrebbe permettere all’annuncio di divenire importante sul web riguarda l’immediatezza dello stesso: l’insuccesso di molti annunci deriva infatti dalla mancanza di immediatezza, la quale è quindi essenziale.
Ma in cosa consiste l’immediatezza dell’annuncio testuale?
Sostanzialmente, l’immediatezza dell’annuncio consiste nel condurre il cliente in una pagina ben specifica del proprio sito, senza che lo stesso utente perda tempo alla ricerca dell’articolo che gli interessa.
Ad esempio, se si vendono oggetti tecnologici, e l’annuncio riguarda i cellulari, nell’annuncio deve condurre il cliente alla pagina del sito nel quale vi sono appunto i cellulari, e questo deve esser specificato nell’annuncio testuale, e più precisamente nella parte dove vi è l’indirizzo web.
Procedere in maniera differente potrebbe esser dannoso: far navigare il cliente sul proprio sito e fargli cercare manualmente i cellulari non spesso è molto gradito ed un procedimento che tutti i clienti sono disposti a compiere.

Sono quindi queste le semplice regola da seguire per ottimizzare il proprio annuncio testuale e, se si dovesse aggiungere l’estensione di Google Adwords, la possibilità che il proprio annuncio sia maggiormente visibile e postato su più siti aumenta notevolmente.

Potrebbero interessarti anche...

TradeTracker Publisher Tips

Hai creato il tuo account publisher su TradeTracker e non sai come monetizzarlo? Non lo hai ancora fatto, ma ti piacerebbe entrare a  far parte del mondo dell’affiliazione come editore? Niente paura, qui di seguito troverai tutte le informazioni necessarie per diventare un partner di TradeTracker Italia 😊 Sei pronto? Cominciamo! Crea il tuo account [...]

Scopri di più

Settore Travel e influencer marketing: ecco a voi La Viaggiatrice Solitaria!

Zaino in spalla, valigia pronta e green pass alla mano: si torna a viaggiare! Se sei un advertiser del settore Travel e vorresti promuovere i servizi che offri tramite l’influencer marketing non puoi perderti l’ultima IG Live di TradeTracker disponibile qui, durante la quale abbiamo intervistato La Viaggiatrice Solitaria. Per saperne di più, scrivi a [...]

Scopri di più

Come monetizzare il tuo sito tramite l’Affiliate marketing e il traffico SEO

Gli editori di contenuti come blog, siti di recensioni oppure riviste di settore online sono componenti essenziali all’interno del portfolio publisher di un programma di affiliazione. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come monetizzare il traffico del tuo sito generando entrate passive grazie all’affiliate marketing e il traffico organico ottenuto dai motori di ricerca. [...]

Scopri di più

TradeTracker incontra Officine08

Oggi facciamo due chiacchiere con Simone Spina di Officine08, shop online dedicato al mondo dei motori Parlaci di te, che ruolo ricopri e di cosa ti occupi all’interno di Officine 08? Fin dall’inizio, come socio fondatore mi occupo dello sviluppo dello shop on line e delle varie attività di promozione del nostro catalogo online. Quando [...]

Scopri di più