Ultimi Tweet

    Scusate, nessun Tweet trovato.

Post recenti su Facebook

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: An access token is required to request this resource.
Type: OAuthException

Latest Videos

TradeTracker’s International Performance Marketing Award submission

Real Attribution Launch Event With Launch Partner TMG

Una presenza globale

TradeTracker è presente a livello internazionale, e in quanto membri della comunità on-line, conosciamo meglio di chiunque altro la capacità di Internet di far diventare i confini nazionali irrilevanti.

La nostra presenza con uffici in tutto il mondo ci aiuta a rimanere presenti e attivi sui singoli mercati nazionali, cosi come anche l'apertura di un network di potenziali partner internazionali.

L'ambizione di crescere ci ha portato ad essere presenti in oltre 19 paesi diversi, mentre continuiamo a fare piani di sviluppo per la nostra prossima grande avventura.

North America

Dal primo lancio di un servizio di pubblicità da un social network (Facebook) circa 10 anni fa, il social medial advertising è continuato a crescere costantemente.

Le aziende si affidano al social media adv per due motivi:

  • L’azienda non deve aspettare che i suoi clienti la trovino facendo ricerche online tramite i motori di ricerca;
  • L’azienda stessa si rende direttamente visibili agli utenti, decidendo quali caratteristiche e target deve avere la sua audience.

I social network usano metodi di targeting per profilare gli utenti, oltre al dato demografico. Essi sono:

  • Interest targeting: l’azienda decide di raggiungere con la sua campagna social adv tutti gli utenti ai quali piace uno specifico prodotto o settore;
  • Behavioral o connection targeting: il primo si basa sul metodo di profilare le persone in base ai modelli di comportamento e all’uso dei dispositivi; il secondo metodo si basa sul tipo di connessione che hanno con una pagina, un gruppo o un evento.
  • Custom targeting: è un metodo di profilazione diretto. L’azienda fornisce una lista di persone specifiche cui vorrebbe rendersi visibile (ad es. tramite mailing list, indirizzi, numeri di telefono) e il social network li individua tra i propri utenti. Tra le modalità di targeting essa è quella che desta maggiore interesse, perché permette di personalizzare il pubblico ad hoc per le campagne. Oltre alla possibilità di costruire target pubblicitari con liste email, user ID o numeri di telefono, questo tipo di targeting, su Twitter, consente di mostrare la pubblicità anche ad un insieme di utenti selezionati in base a criteri non presenti tra le opzioni di Twitter Ads. Ad esempio utenti che hanno nel loro profilo specifiche parole chiave, o che appartengono ad un network, o inseriti in una qualsiasi tipo di lista creata dagli utenti o semplicemente utenti influenti.
  • Lookalike targeting: con questo metodo vengono raggiunti gli utenti simili ad una certa audience già conosciuta e permette di acquisire facilmente nuovi clienti.

I social network consentono quindi alle aziende di misurare gli effetti dell’effetto dell’advertising, ad esempio tramite il tracciamento delle conversioni; questo sistema avviene quando un utente clicca sulla pubblicità e permette di confrontare il budget speso con l’efficacia della campagna.

E’ molto probabile che nel corso dei prossimi anni il social media advertising continuerà a crescere progressivamente, grazie al fattore mobile.

Source

insidemarketing.it